PUGLIA VILLAGE
Giardino Romantico – Palazzo Reale

dal 2 al 5 luglio – Giardino Romantico – Palazzo Reale
Aperitivi con il meglio dell’enogastronomia di Puglia e concerti di musicisti pugliesi
con il sostegno dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia.

I concerti del Puglia Village iniziano alle ore 22.30, l’accesso all’area è consentito dalle ore 19.00, orario di apertura del bar.

con il sostegno di 

partner

2 luglio h 22.30

Cesare Dell’Anna e Opa Cupa
BALUARDO LIVE TOUR

con
Cesare Dell’Anna - tromba
Irene Lungo - voce
Ekland Hasa - tastiere
Stefano Valenzano - basso
Giuseppe Oliveto - trombone
Antonio De Marianis - batteria
Andrea Doremi - tuba
Emanuele Calvosa,- tromba
Luigi Grande - tastiere

“Baluardo” è il quarto album degli Opa Cupa, in cui Cesare Dell’Anna amalgama immaginari colti ed espressioni popolari. Il loro sound è sfrontato e sprezzante del pericolo. Il risultato è un viaggio che non può essere raccontato, bisogna farsi trascinare in un viaggio che si affronta scalzi nonostante sotto i piedi ci siano le macerie dell’Est Europa, mentre spira a tratti un vento dal Maghreb e a tratti la brezza marina dal Salento. “Baluardo” è il racconto di uno strano disguido giudiziario e di una cattedrale nel deserto, i sogni infranti e le promesse disattese che rendono la tromba, raffigurata in copertina da Marcello Moscara, non più così libera di suonare e regalare emozioni. “Baluardo” è la politica che prima disfa…e poi disfa.

Trascorsi quasi venti anni da quando nel ’98 si formò la prima cellula degli Opa Cupa, la band rappresenta il primo progetto balkan nato in Salento. L’esplosiva band guidata dal Maestro Cesare Dell’Anna si è nutrita di contaminazioni, esperimenti e dinamicità. Il cuore pulsante è la continua voglia di sperimentare e arricchirsi musicalmente tramite l’esplorazione di nuovi percorsi sonori, senza la paura di spingersi oltre le barriere di genere. Grazie a questo spirito gli Opa Cupa hanno trovato terreno fertile in tutta Italia ma anche in Europa, passando dalla Spagna alla Germania, dalla Francia all’Inghilterra e da vari Paesi dell’Est fino agli States per una lunga tournée, sfondando le resistenze linguistiche e di costume.

3 luglio h 22.30

Terraross
GIÙ AL SUD

con
Dominique Antonacci - voce, tamburello, percussioni,kick,cajon,snare
Giuseppe De Santo - voce, chitarra
Anna Rita Di Leo - voce, tamburello
Stefano Pepe - bidonbasso
Vito Gentile - fisarmonica
Carlo Porfido - violino
Antonio De Santo - voce, tamburello
Nico Vignola - mandolino
Caterina Totaro - Danzatrice
Miriana Gentile - Danzatrice
Ornella Cavallo - Danzatrice

Il progetto “Terraross” mira a riscoprire e valorizzare quella che era la cultura di un tempo ormai passato. Danno voce e musica alla storia e alle gesta degli avi.
Scene di vita quotidiana, il vocio della gente tra le vie, l’affanno del duro lavoro nei campi, il grido delle  lotte e delle rivoluzioni. Non manca poi il canto d’amore, la poesia e il fascino ormai perduto delle antiche serenate!
“Ballate e non vi stancate mai” è un po’ il loro motto, perché “Uno solo è il tempo, uno solo è il ritmo che ci riconduce dal battito della vita al battito della terra. In scena ci sarà la musica che profuma di Sud, che attraversa i campi d’ulivo, i vigneti, le piantagioni di tabacco.

Quando due giovani musicisti, lontani dalla propria terra, si ritrovano quasi per caso in quella che per loro è una nuova casa, accomunati da un forte senso di attaccamento alle proprie origini e da un appassionato amore per la musica è quasi inevitabile che si ritrovino a suonare qualcosa che li rimandi al proprio paese… È proprio quello che anni fa è accaduto a Dominique Antonacci e a Giuseppe De Santo, i padri dei Terraròss. Tornati in Puglia è la prima serata Terraròss a Palagianello che ha dato il via ad una ricca esperienza lavorativa: dai paesi limitrofi alla netta conquista del territorio tarantino tanto da indurre le istituzioni locali e precisamente l’Assessore alla Cultura della Provincia di Taranto Umberto Lanzo a nominarli “Gruppo ufficiale di terra jonica”.

4 luglio h 19.30
PUGLIA VILLAGE KIDS

TARALLO LAB

Laboratorio di cucina per bambini dai 5 ai 10 anni e genitori
A cura di Tenuta Melofioccolo

Gratuito con prenotazione obbligatoria
Info e prenotazioni: 351.1447773

4 luglio h 20.00
PUGLIA VILLAGE KIDS

APULIAN YOUTH SIMPHONY ORCHESTRA

diretta da Teresa Satalino

La Apulian Youth Chamber Orchestra, è una orchestra da camera ricavata da AYSO, Apulian Youth Symphony Orchestra, una orchestra giovanile composta da musicisti di età compresa tra 13 e 25 anni provenienti da tutti i Conservatori di musica pugliesi. Nel corso degli ultimi mesi ospiti dell’orchestra sono stati musicisti di rilievo internazionale come Nir Kabaretti, già assistente di Zubin Mehta al Maggio musicale fiorentino ed attualmente direttore musicale della Santa Barbara Symphony in California. I giovani musicisti hanno potuto lavorare con alcuni dei solisti del Festival Internazionale Carl Orff e hanno la preziosa opportunità di frequentare una accademia di formazione orchestrale, OrchestrAcademy, lavorando con alcuni musicisti membri dell’orchestra della Fondazione del Teatro Petruzzelli di Bari. AYSO è stata invitata a partecipare al Festival Internazionale che si tiene annualmente presso la Fondazione Walton ai Giardini della Mortella ad Ischia e inaugurerà l’Italian Brass Week a Firenze il prossimo 21 luglio. Il 25 luglio, infine, parteciperà al Festival Internazionale delle orchestre giovanili esibendosi in Piazza della Signoria con la New York Chamber Orchestra.
4 luglio h 22.30

TIELLE, TIANE E ALTRE STORIE PUGLIESI
show-cooking pugliese in chiave soul

con Nick Difino e Tuppi B dj

Mangiare è anche e soprattutto un atto sociale, e come tutti gli affari sociali, siamo chiamati a raccontare la storia oltre che a farla. Per comporre una storia ci vogliono almeno tre elementi: un luogo, un tempo e un personaggio. Per comporre questo piatto ci vogliono tre ingredienti, in questo caso: le patate, il riso e le cozze.
Tielle, Tiane e Altre Storie Pugliesi è una ricognizione dei piatti più iconici della storia di Puglia. Il pilastro è rappresentato dalle “tiane” e più precisamente da Riso, Patate e Cozze perché simbolo della diversità e della migrazione delle merci e dei saperi. Un piatto profondamente musicale, Soul. Il Soul è composto da tre elementi musicali, come tre sono gli ingredienti del piatto e tre sono gli elementi per comporre una storia: una base country che si sposta verso la città e diventa Blues e racconta il dolore delle campagne, ha in sé la persistenza di un forte odore di rock ribelle nelle chitarre metropolitane, e tutto è ammorbidito dalle rotondità eleganti del jazz di strada sempre fuori battuta, fuori luogo e fuori tempo. Imprevedibile. La Tiella è il James Brown della cucina popolare.
Il racconto cucinato da Nicola Difino sarà accompagnato dal turn-table di Tuppi B, noto dj pugliese che farà da sottotraccia soul e funk alle parole di Nick e da amalgama al racconto.

5 luglio h 22.30

Kalascima
K IN TOUR

con
Riccardo Laganà - tamburello, voce
Luca Buccarella - organetto, armonica a bocca, voce
Massimiliano De Marco - chitarra classica e elettrica, bouzuki, lira calabrese, voce
Federico Laganà - tamburelli, calebasse, cajon, Roland hpd15, korg Wavedrum global, glockenspiel, tank drum, voce
Riccardo Basile - basso elettrico, basso synth, voce
Aldo Iezza - zampogna, ciaramella, electroneddas, xaphoon, voce

Sei amici del profondo Salento, cresciuti insieme suonando e cantando sin da bambini le melodie e i ritmi ipnotici del magico rituale della Taranta, reinventano la tradizione con un mix ottenuto mescolando elettronica e beat lisergici con melodie originali e atmosfere folk delle proprie origini. L’ultimo album prodotto è “K” (2018), in cui dialetto salentino, inglese e griko creano un ponte immaginario tra la musica pugliese e la scena internazionale. Il live set dei Kalàscima è energico e potente e abbraccia strumenti tipicamente tradizionali e rari a strumenti moderni per un suono completamente originale, che pur restando legato alla tradizione si apre con un respiro internazionale, contemporaneo e urbano. È l’antico che incontra il moderno con un risultato originale ed esplosivo.

I Kalascima conquistano tutto il mondo con il loro groove. Catapultati sulla scena world internazionale, hanno partecipato a Festival del calibro di Tallin Music Week (EE), SXSW (US), Roskilde Festival (DK), Mundial Montreal (CA), Colours of Ostrava (CZ), Babel Med (FR), Fira Mediterrania de Manresa (ES), Australasian World Music
Expo (AU), Medimex (Italia). Due tour in Australia (2012 e 2013), Giappone, Cina, Corea del Sud, India, Ecuador, USA, Israele, Germania, Danimarca, Belgio, Francia, Svizzera, Spagna, Repubblica Ceca, Polonia, Austria, Croazia, Estonia, Lettonia hanno reso solida la loro reputazione internazionale.