Uomo e donna, due mondi opposti ma essenziali – di Angelica Nisi / TeC Lab

Pubblico accolto da una nube di fumo. Diventa sempre più difficile intravedere il palcoscenico. A un tratto appare un’ombra: ma è una donna o un uomo? Accade spesso che lo spettatore senta l’esigenza di comprendere la trama, quasi infastidisce non capire cosa stia succedendo. Ma Odi sull’essere umano Della compagnia Equilibrio Dinamico, ha rappresentato un’ […]

Leggi tutto

Nelle profondità dell’essere umano – di Giuseppe Contarini / TeC Lab

Un incipit riflessivo sarebbe il giusto modo per iniziare il viaggio analitico della performance danzante andata in scena ieri, ma rischierebbe di intrappolare me e il lettore in un labirinto di sofismi senza via d’uscita. “Odi sull’essere umano” è appunto una lunga discesa nelle profondità dell’uomo e della relazione che esso ha con il circostante, […]

Leggi tutto

Else, lo spettacolo giusto nel posto sbagliato – di Davide Notarantonio / TeC Lab

Tre specchi deformi attaccati l’uno con l’altro; una sedia girata verso di essi, posata leggermente verso sinistra; una lunga piattaforma aggettante sulla platea e leggermente pendente verso il basso; sopra la piattaforma, una lunga tovaglia bianca con sopra otto coppe di champagne. Questo è l’impianto scenico all’interno del quale Nunzia Antonino ha vestito i panni […]

Leggi tutto

L’amore in Equilibrio Dinamico – Laura Dotta-Rosso / TeC Lab

Linee spezzate, curve deformate. Spregiudicatezza, sfacciataggine, disinvoltura, paura, amore, fragilità libertà, terra, fuoco, acqua, aria. Mani, piedi e corpo. Uno spettacolo di danza, nel quale si vede un corpo che si contorce,  crea figure non convenzionali,  crea disarmonia che diventa armonia, un corpo con  articolazioni, che vive ed ha vissuto, libero dentro la prigione dell’epidermide, […]

Leggi tutto

“Odi sull’essere umano”: il silenzio della voce, la parola del corpo – di Angela Zicolella / TeC Lab

Per raccontare cosa è stato “Odi sull’essere umano” di Equilibrio Dinamico, in scena ieri, nella storica cornice del Teatro di Villa Torlonia a Roma, partirei dalle sue musiche. La prima: tribale, ritmata, energica; metafora di una lotta, quella della donna che dal passato al presente, dalle Amazzoni alla donna di oggi in tacchi e tailleur, […]

Leggi tutto