Else. Un sentimento di impotenza – di Mariablu Scaringella / TeC Lab

Emozionante, viva e commovente la messa in scena della Signorina Else da parte di Nunzia Antonino.
Il contrasto netto tra l’età della donna davanti al pubblico e l’età di Else al tempo della lettera amplifica il senso di angoscia della reiterazione di un trauma mai affrontato.

Il dolore del tradimento nella richiesta del padre, il senso di responsabilità verso la famiglia sono sentimenti devastanti e prepotenti nell’anima di una donna mai cresciuta, congelata nella sua fioritura, incastrata tra il piacere della seduzione e il senso di vergogna della vendita del proprio corpo.
Produce un sentimento di impotenza, Else, mentre ci pone davanti al desiderio di redimerla da una colpa di cui non siamo responsabili ma in cui ci sentiamo, a volte, coinvolti.

Mariablu Scaringella